• Prezzo scontato

Aratro a versoio Voltaorecchio a 180°

92190797
Larghezza di lavoro: 20 cm
Profondità di penetrazione del vomere: regolabile tramite l'apposita vite di regolazione
Altezza del coltello: regolabile
Angolo di lavoro: regolabile tramite l'apposita leva 
Peso: 33 kg
Per modelli BCS: 728 - 738 - 740 - 770- 750
Per modelli FERRARI: 328 - 338 - 340 - 370- 360
Per montare gli aratri sono consigliate le ruote gommate 6.50/80-12 e le relative zavorre.

353,80 €
300,73 €Risparmia 15%
Tasse incluse

Paga anche a rate con SOISY
Ultimi articoli in magazzino

PayPal

L'aratro voltaorecchio 180° è costituito da due versoi posizionati uno sopra l'altro e contrapposti di 180° sullo stesso timone. aratro_voltaorecchio_bcs_motocoltivatori.jpgI due versoi lavorano alternativamente: quando uno lavora l'altro è sollevato rispetto alla superficie del terreno. L'aratro voltaorecchio permette il rivoltamento del terreno verso destra oppure verso sinistra rispetto alla direzione di avanzamento. Per cambiare la direzione del rivoltamento, a fine campo si effettua una rotazione di 180° dell'aratro.
Aratro a versoio voltaorecchio 180° è adatto a tutti i modelli BCS e FERRARI. Per il montaggio sul motocoltivatore BCS 750 e FERRARI 360 occorre la bussola attacco rapido.



CARATTERISTICHE PRINCIPALI


Le caratteristiche principali che caratterizzano un aratro sono:
1. Angolo di attacco che determina la penetrazione;

aratro_1.PNG2. Angolo medio di lavoro che determina lo sforzo di lavoro;
3. Angolo di bordo di lavoro che determina il rovesciamento della terra;
4. Angolo di salita del terreno (terreni friabili);
5. Angolo di entrata (terreni friabili);
6. Angolo di salita del terreno (terreni duri);
7. Angolo di entrata (terreni duri);
L= larghezza di lavoro.

aratro_2.PNGaratro_3.PNG


USO PREVISTO DELL'ARATRO


aratro_4.pngL'attrezzatura deve essere utilizzata in abbinamento con un motocoltivatore. L'aratro deve essere attaccato al motocoltivatore in sostituzione della fresa, utlizzando la flangia in corrispondenza della presa di forza.
L'aratro può essere utilizzato per arare terreni non dissodati di media consistenza e durrezza. La sezione del terreno generata dall'avanzamento dell'aratro è tagliata verticalmente dal coltro e orizzontalmente dal vomere. La sezione del terreno viene sollevata dal vomere e accompagnata dal versoio nella sua rotazione che dovrà essere di circa 50-70° (a seconda della tipologia di terreno) rispetto alla verticale. Si raggiunge così la perfetta funzionalità dell'attrezzatura.

 

92190797

Scheda tecnica

Velocità
0

Riferimenti Specifici